Miti e Leggende 11 sapete che: il Ginseng

Tempo per la lettura: 2 minuti

Il Ginseng chiamato anche  “Panax Ginseng” ovvero la panacea per tutti i mali, appartiene alla famiglia delle Araliaceae.

Il termine Ginseng si “traduce” in  Radice dell’Uomo poiché le radici hanno una conformazione tale da ricordare molto da vicino la forma umana. ginseng2Alcune volte la somiglianza è veramente sbalorditiva, per non dire ehm…curiosa!ginseng1

Secondo la tradizione coreana, invece, nelle gole strette e ombrose intorno alla cittadina di Kumsan, in Corea, ai piedi del picco di Kwanumbul, il giovane Kang trovò, su indicazione del dio della montagna, la pianta medicinale dalle piccole bacche rosse. Fece bere un decotto di radici alla madre ammalata, che prodigiosamente guarì. Dopo questo “miracolo” il Ginseng iniziò a essere utilizzato su larga scala.

Il Ginseng (Mandragora Officinarum) è originario dell’Estremo Oriente: Corea e Cina, ma è coltivato estesamente negli Stati Uniti e in Giappone.

La PARTE USATA  è la radice.

Comunemente si trova in  estratto secco  titolato in ginsenosidi totali (min.1,5%)
Dal punto di vista chimico  è  ricco di saponosidi, (detti ginsenosidi). Contiene anche polisaccaridi e polipeptidi ad azione simile a quella dell’insulina.

PROPRIETÀ TERAPEUTICHE

Azione tonica e rivitalizzante: liberazione di maggiori quantità di energia e protegge il muscolo contro il danno ossidativo durante lo sforzo fisico. Aumenta le performance fisiche e diminuisce i tempi di reazione visiva ed uditiva.

–         Azione sul sistema nervoso centrale: aumenta la memoria, l’umore. Aumentata la qualità del sonno, in particolar modo negli anziani.

–          Azione afrodisiaca.

–          Azione immunostimolante:  aumento degli anticorpi di circa il 30%.

(Per approfondimenti Wagner, Norr, Winterhoff 1994).

INDICAZIONI TERAPEUTICHE: deperimento psico-organico, magrezze, riduzione della memoria, calo dell’appetito. Utile per migliorare la performance sportiva.

Azione prevalente: tonica psico-fisica.ginseng3

Altre azioni: immunostimolante aspecifica, ipoglicemizzante, epatoprotettiva.

EFFETTI COLLATERALI: può causare nervosismo, irritabilità, insonnia e fini tremori agli arti. non somministrare l’estratto di ginseng dopo le ore 16.
CONTROINDICAZIONI: NO ai minori di anni 12. NO in allattamento e in gravidanza.
INTERAZIONI CON FARMACI: NO con antidepressivi triciclici,  – warfarin – estrogeni – fenalazina solfato.

Potrebbero interessarti anche...