Miti e Leggende 12 sapete che: L’Echinacea

Tempo per la lettura: 2 minuti

L’Echinacea Purpurea – In Commercio possiamo trovare due tipi di” Echinacea” ovvero l’Andrographis Paniculata (Echinacea dell’India) e l’Echinacea Purpurea.

echinacea

In questa sede parleremo di quest’ultima. Appartiene alla famiglia delle composite ed è originaria dell’America del Nord. Da sempre utilizzata dai nativi d’America per le sue proprietà curative, veniva utilizzata anche contro i morsi dei serpenti. Oggi viene utilizzato per sostenere il Sistema immunitario, tra l’altro quello dei malati di AIDS.

Il suo nome deriva dal greco “echinos”, riccio e come il riccio quando si sente minacciato si richiude proteggendosi. Altresì si attiva immediatamente sostendo il sistema immunitario , salvaguardandoci dagli attacchi esterni. In omeopatia si utilizza per quelle “persone irritabili”, chiuse a riccio ma anche per individui scossi da gravi traumi.

In fitoterapia la bibliografia ha dimostrato il suo organotropismo sul Sistema Reticolo Endoteliale, Apparato Respiratorio, Cute attraverso le proprietà in esse contenute come i Polisaccaridi, l’echinolone, alcaloidi ed oli essenziali.

Generalmente è ben tollerato ed il rimedio può essere assunto come  E.S., T.M., Tisana, decotto e diluizione Omeopatica. Nel particolare  è Immunostimolante, antisettica e cicatrizzante. Attiva la fagocitosi e stimola i fibroblasti – riduce la diffusione degli agenti patogeni, ostacola la penetrazione dei virus nelle cellule sane. Previene e sostiene l’ organismo aggredito dalle malattie da raffreddamento (influenza, raffreddore, tosse), per le ferite, scottature, afte e dermatiti.

Herbal Tea

Sempre da tener presente le controindicazioni: no nelle forme di  tubercolosi, sclerosi multipla, diabete, gravidanza-bambini (può essere eccitante) ed Allergie.

Le interazioni con i farmaci riscontrate sono con:

  • Amiodarone (tachicardie)
  • Steroidi es.  testosterone, progesterone, cortisolo, androsterone (chemioterapia mammella, prostata, leucemia)
  • Ketoconazolo (malattie della pelle come la dermatite seborroica)

Studi hanno accertato l’Inibizione del CYP3A4(Citocromo) quindi una capacità di intossicare il fegato.

Può essere utilizzato in maniera sinergica con altri rimedi come l ’Eleuterocco, il Ginkgo Biloba, la Spirea, la Betulla, Rodiola Rosea.

Potrebbero interessarti anche...