IL QI GONG: perché praticarlo.

di Compagnoni Cristina Yuki

YukiIl Qigong è una disciplina praticata in Cina da migliaia di anni  che mira al benessere, alla crescita  e alla trasformazione dell’individuo, prendendosi cura del corpo  e della mente.  Il qi gong , difatti, è una pratica di auto-coltivazione a vantaggio della persona tutta, sia essa corpo che parte psichica (mente, emozioni, sentimenti).

La sua pratica accresce la ricchezza spirituale dell’individuo guadagnandogli una condizione di fusione con la Natura e di sintonia col Creato.

Tra i suoi obiettivi immediati  vi sono la tutela o il  ripristino della salute,  la longevità, la riduzione dello stress, il riequilibrio delle  emozioni. E’ assolutamente appropriato per sciogliere le tensioni emotive e corporee. Il Qigong  migliora la coordinazione e scioltezza, affina la coscienza, regola la respirazione, aiutando  a ritrovare calma e serenità .

Con la pratica del Qigong si impara a compiere un lavoro (gong) con l’energia (Qi): questa, attraverso tecniche specifiche che prevedono un corretto uso della mente, del corpo e del respiro, viene indirizzata nell’organismo per ristabilire armonia dove è necessario.

Il Qigong viene denominato anche “l’elisir di lunga vita”perché  accelera difatti il processo di rinnovamento delle cellule, ossigena i tessuti, calma la mente e allontana i pensieri negativi, riequilibra le disarmonie degli organi interni, favorisce l’autoguarigione dell’organismo e aiuta a mantenersi attivi e propositivi nei confronti della realtà quotidiana.

 La pratica costante riduce lo stress, scioglie le tensioni accumulate, rinforza l’energia vitale(Qi) elevando lo  stato di salute,  permette inoltre  di  prevenire le malattie e di intervenire su di esse . I praticanti di Qigong accrescono inoltre  la concentrazione, migliorano la volontà e perfino  la resistenza alla fatica.  Gli esercizi, lenti e armoniosi, sono adatti a  tutte le  età.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com