Bioenergetica

bioenergetica
Tempo per la lettura: 4 minuti

A coniare il termine “Bioenergetica” che letteralmente significa “energia della vita” fu il medico e psicologo americano Alexander Lowen (1910-2008), A. Lowenallievo di Wilhelm Reich.

La bioenergetica è una pratica psico-corporea che si serve di tecniche respiratorie, di esercizi fisici e contatti corporei, associati a un’analisi psicologica e del carattere. Lowen per primo introdusse il concetto grounding, ossia di radicamento: la nostra forza parte dal contatto dei nostri piedi con il suolo e per questo è fondamentale stare in piedi sulle proprie gambe.

Riusciamo a stare in piedi più per la forza delle nostre radici che per la rigidità del nostro corpo.“…Come gli alberi, anche noi esseri umani guardiamo al cielo come alla fonte dell’energia vitale, ma la consistenza del nostro corpo dipende dalla terra.”  (A. Lowen).

La Classe

La pratica bioenergetica è svolta in gruppo (classi) che, con la guida e l’aiuto di un conduttore, eseguono specifici esercizi volti a sciogliere tensioni e blocchi muscolari nelle diverse aree del corpo. Contrazioni generate da stress temporanei ma anche blocchi cronici, inscritti nell’armatura caratteriale. Quando con gli esercizi il corpo si libera dalle tensioni, l’energia intrappolata nei muscoli contratti riprende a circolare, e le persone possono rientrare in contatto con quelle parti di sé che si erano chiuse alla loro percezione.

Uno dei motivi per cui la pratica si svolge in un gruppo è che esso rappresenta un “contenitore acritico”, offre sostegno e sicurezza, è un luogo in cui poter riconquistare la propria espressività.

img_0677Inoltre in quanto insieme di corpi diviene veicolo di trasmissione dell’energia dal singolo al gruppo. Recentemente, questo fenomeno ha trovato una spiegazione scientifica nel principio della risonanza quantistica

In fisica quantistica due elettroni con frequenze di oscillazione proprie, quando entrano in connessione tra loro, riorganizzano il proprio campo energetico in modo da assumere la medesima frequenza di oscillazione.

Allo stesso modo una persona all’interno di un gruppo, aperto e disponibile, riesce a raggiungere livelli di esplorazione della propria esperienza somatica più profondi per effetto della risonanza con il gruppo che lavora con lei.

È come se la persona sentisse risuonare dentro di sé delle note a cui prima era del tutto sorda. La circolazione dell’energia diventa visibile grazie alle piccole vibrazioni muscolari che sorgono spontaneamente in seguito alla buona esecuzione dei movimenti stessi. Facilmente si può osservare, durante le classi, che la vibrazione del primo influisce ed accelera l’insorgere delle vibrazioni negli altri componenti del gruppo, anche nei neofiti ai loro primi incontri.


BioenergeticaNonostante l’investimento corporeo ed emotivo sia a volte molto elevato, le classi non sono gruppi terapeutici, perché non prevedono un momento di elaborazione analitica dei vissuti emotivi con il conduttore. Ciò non significa che i partecipanti siano abbandonati a loro stessi e alle loro emozioni: se per esempio una persona piange, il conduttore di solito le si avvicina e la invita a respirare profondamente, ma non entra nel merito delle ragioni del pianto. Il conduttore, che propone gli esercizi e vigila sui processi in atto, è insomma una presenza che garantisce contenimento al gruppo, e sostegno alle singole persone che si trovino a vivere emozioni che da sole non riescono ad arginare.

Nel libro “The way to vibrant health” Lowen conclude con queste parole “Scopo dell’attività Bioenergetica è di aiutare le persone a lasciarsi andare al piacere. Il piacere è una risposta del corpo. La capacità di provare piacere è una funzione della vitalità del corpo.; in altri termini una misura di quanto sia vivo e vibrante il corpo”.

CLIKKA SU2012 ricerca esonePER CONOSCERE I BENEFICI DEGLI ESERCIZI DI BIONENERGETICA

 

Alcune testimonianze sugli effetti di una Sessione di Esercizi Bioenergetici:

“Non basta una lezione per capire i benefici della bioenergetica…benefici fisici come tono muscolare migliore, tensioni e dolorialleviati, scarico dello stress e della rabbia e della delusioni… ma anche e soprattutto benessere psichico, si impara a conoscersi e ad avere consapevolezza di sè, si impara ad accettarsi, a riconoscere i propri limiti e gestirli, decidendo se assecondarli o superarli.”

“La Classe di bioenergetica diventa lezione dopo lezione un incontro intimo con se stessi nell’accettazione, nel rispetto, nel non – giudizio di sè e dei compagni.”.

“Si sciolgono le tensioni muscolari ma si sciolgono anche i nodi dell’anima, quelli che talvolta preferiamo non affrontare ma che poi ci portano a Vita nuova.”.

“Credo che con la Bioenergetica ognuno di noi abbia uno strumento nuovo per suonare la propria musica e volersi bene.” (Serena).”.

Al termine della classe mi avvolge un senso di enorme rilassamento. Mi sento prosciugato, proprio scarico, libero da tensioni.” (Fabrizio).”.

 

 

Ti aspettiamo, Vieni a sperimentare!

 

Redazione: Fabrizia Finotto – Conduttore di classi di Bioenergetica (IPSO)

 

 

 

 

 

 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com